L'agenzia per
lo sviluppo
 
imagealt

Domande & Risposte per i Cittadini

  1. In cosa consiste il bonus terme?
    Il bonus terme consiste in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali, fino a un massimo di 200 euro a persona. Il bonus è emesso a titolo individuale e pertanto non è cumulabile, non è cedibile, né può essere vincolato all’acquisto di ulteriori servizi. Va utilizzato interamente nello stesso centro termale presso cui è stato prenotato.
  2. A chi è destinato il bonus terme?
    Il bonus terme è destinato ai cittadini maggiorenni residenti in Italia. Ogni cittadino ha diritto a un solo bonus, utilizzabile presso l’ente termale che ha effettuato la prenotazione.
  3. Cosa si intende per “prenotazione preventiva” del bonus?
    Che il bonus va prima prenotato e poi fruito. Non può essere quindi rimborsato a posteriori.
  4. Quali sono i servizi termali ammessi al Bonus?
    È ammessa qualsiasi prestazione erogata da un ente termale accreditato, ad eccezione dei servizi di ristorazione e di ospitalità. I servizi ammessi includono trattamenti sanitari termali, esami diagnostici e visite specialistiche, trattamenti estetici e di benessere.
  5. Se un cittadino ha già usufruito delle cure termali in convenzione con il SSN può richiedere il bonus terme?
    Si, il bonus può essere richiesto e utilizzato per ulteriori servizi termali ammessi. I servizi già coperti dal SSN non possono essere oggetto di bonus.
  6. È possibile utilizzare il bonus terme per usufruire solamente di servizi benessere come massaggi o ingressi a piscine? Si, è possibile.
  7. Il bonus è vincolato all’acquisto di ulteriori servizi (es. pernottamenti, prodotti, ecc.) presso l’ente termale?
    L’utilizzo del bonus non è vincolato all’acquisto di ulteriori servizi presso l’ente termale accreditato.
  8. Cosa deve fare il cittadino per prenotare il bonus?
    Per prenotare il bonus il cittadino si deve rivolgere esclusivamente agli enti termali accreditati, contattandoli preferibilmente via email o attraverso il sito internet; gli enti termali sono gli unici autorizzati ad accedere alla piattaforma per la prenotazione. Sarà pertanto l’ente termale a comunicare al cittadino la conferma della prenotazione, sulla base della capienza del fondo.
  9. Quando il cittadino può fare la richiesta di prenotazione del bonus all’ente termale?
    Il cittadino può fare la richiesta di prenotazione del bonus dopo che l’ente termale si è accreditato, sapendo che l’ente termale può dar seguito alla richiesta a partire dall’8 novembre, alle ore 12.00, data in cui apre la piattaforma per le prenotazioni.
  10. Che cosa si intende esattamente per “prenotazione” del bonus? La richiesta inviata da un cittadino a un ente termale è garanzia di prenotazione? No, le prenotazioni sono solo quelle che, a partire dall’8 novembre ore 12, gli enti termali effettueranno sulla piattaforma on line di Invitalia e che darà origine, in tempo reale, all’emissione del bonus che riporterà la data di emissione, a partire dalla quale il cittadino avrà 60 giorni per iniziare i trattamenti. L’ente termale dovrà provvedere a inviare il voucher in pdf al cittadino.
  11. Dove è pubblicata la lista aggiornata degli enti termali accreditati?
    La lista è pubblicata sul sito bonusterme.invitalia.it.
  12. Come fa il cittadino a ricevere la conferma dell’avvenuta prenotazione del bonus?
    È l’ente termale che invia al cittadino la conferma dell’avvenuta prenotazione.
  13. Cosa succede se il cittadino cancella la prenotazione dopo aver ricevuto il voucher con il bonus? La prenotazione resta valida per un altro ente termale? No, l’iter di prenotazione è collegato all’ente termale, per cui, in caso di cancellazione, le risorse vengono disimpegnate e il voucher viene annullato: il voucher ricevuto non ha quindi più alcun valore, né può essere utilizzato presso un altro ente termale. In caso di successiva richiesta a un altro ente termale, il cittadino dovrà ripercorrere l’iter presso il nuovo ente termale. La possibilità di prenotazione dipenderà dalla disponibilità di fondi al momento della richiesta da parte del nuovo ente termale”.
  14. Quale data fa fede ai fini della validità del bonus?
    È la data di emissione del bonus stesso, che viene originata in automatico dalla piattaforma nel momento in cui l’ente termale ne far richiesta. Non è da considerarsi pertanto valida la data di invio del bonus al cittadino da parte dell’ente termale.
  15. L’elenco degli enti termali accreditati viene pubblicato tutto insieme?
    L’elenco degli enti termali accreditati sarà pubblicato a partire dal 2 novembre sul sito dedicato al bonus terme; successivamente verrà aggiornato dinamicamente, a mano a mano che gli enti completeranno la fase di accreditamento.
  16. Il cittadino quando può scegliere i servizi per i quali utilizzare il bonus?
    Il cittadino può scegliere i servizi, contattando l’ente termale prescelto, dopo che ha ottenuto dall’ente termale la prenotazione.
  17. Quanto tempo ha il cittadino per utilizzare il bonus?
    Il cittadino ha 60 giorni dalla data di emissione del bonus per iniziare a utilizzarlo e 45 giorni dall’inizio delle prestazioni per terminarle.
  18. Il cittadino per usufruire del bonus deve necessariamente soggiornare presso l’ente termale? No, il cittadino non deve necessariamente soggiornare presso l’ente termale. I servizi di ospitalità, inoltre, non rientrano tra le prestazioni ammesse.
  19. Il cittadino può richiedere la cancellazione della prenotazione del bonus presso un ente termale? Si, il cittadino può richiedere all’ente termale di cancellare la prenotazione, entro 60 giorni dalla data di emissione, purché non abbia già iniziato a fruire dei servizi. La cancellazione è effettuata dall’ente termale in piattaforma e il voucher viene annullato; il voucher ricevuto non ha quindi più alcun valore, non può essere utilizzato presso un altro ente termale, non da diritto ad alcuna prelazione in eventuali ulteriori prenotazioni che il cittadino volesse richiedere.
  20. Il cittadino può utilizzare il bonus terme in più giorni entro il periodo di validità dello stesso? Si, è possibile purché le prestazioni siano avviate entro 60 giorni dalla data di emissione e siano terminate entro 45 giorni dalla data di avvio.
  21. Il cittadino può accedere alla piattaforma per prenotare il bonus invece che rivolgersi all’ente termale?
    No, l’unico modo per il cittadino per prenotare il bonus è rivolgersi a uno degli enti termali accreditati.
  22. Il cittadino può spendere anche di meno o di più rispetto al bonus prenotato?
    Si, se spende meno, la somma non utilizzata ritorna nel fondo; se spende di più, paga la differenza all’ente termale.
  23. Fino a quando i cittadini possono richiedere agli enti termali la prenotazione del bonus?
    I cittadini possono richiedere la prenotazione dei bonus fino a quando non si esauriscono i fondi. Le informazioni sulla dotazione del fondo sono pubblicate sul sito bonusterme.invitalia.it.